Di cosa mi occupo

Psicoterapia - Dott.ssa Valentina Comiti Psicologa Psicoterapeuta Roma sud

Nel mio studio di psicologia e psicoterapia a Roma – in zona Marconi, Eur e Ostiense – è possibile iniziare percorsi di psicoterapia per affrontare diverse problematiche e disturbi psichici.

Disturbi d’ansia

Conoscere l’ansia e gli attacchi di panico permette di gestire i sintomi e di dare un significato ai propri comportamenti.

I disturbi d’ansia e gli attacchi di panico si presentano attraverso con diversa sintomatologia, distinguibili per contesto e gravità.

L’ansia è un’emozione caratterizzata da sensazioni di tensione e preoccupazione in riferimento a eventi o situazioni che vengono percepiti come potenzialmente minacciosi. Non sempre però sperimentare stati di ansia significa soffrire di un disturbo d’ansia, anzi, livelli moderati di ansia sono spesso utili per migliorare le prestazioni e possono essere vissuti come normali quando sono coerenti con ciò che esige la situazione.

Gli individui con disturbi d’ansia non lamentano esclusivamente la presenza dell’ansia, ma più spesso questa si accompagna ad alti livelli di preoccupazione circa pensieri che riconoscono come irrazionali e paure specifiche e ricorrenti.

Quando una situazione viene indentificata come una minaccia e l’azione da parte dell’individuo non è possibile, allora l’attivazione fisiologica che avrebbe facilitato l’azione, viene avvertita sottoforma di sintomi che rappresentano la mobilitazione dell’organismo relativa alla risposta di attacco-fuga:

  • aumento della circolazione;
  • spostamento del sangue dai visceri ai muscoli;
  • aumento del respiro;
  • aumento della tensione muscolare;
  • riduzione dell’attenzione.

Tali modificazioni fisiologiche vengono percepite dal soggetto come sintomi relativi rispettivamente a palpitazioni, secchezza delle fauci, nausea, dolore addominale, difficoltà a respirare e fame d’aria che spesso portano all’iperventilazione, tremori e dolori muscolari, difficoltà di concentrazione e attenzione. Spesso queste sensazioni non vengono associate alla situazione scatenante ma vengono interpretate come la prova dell’imminenza di un attacco cardiaco, di un collasso o addirittura di una morte improvvisa. Tali paure hanno l’effetto di aumentare esponenzialmente l’attivazione fisiologica e contribuire all’aumento dell’intensità dei sintomi.

Problemi relazionali

Vivere serenamente la propria coppia o affrontare una separazione con consapevolezza è possibile.

Le relazioni in generale possono essere molto mutevoli e possono verificarsi difficoltà e problemi relazionali.

Le difficoltà relazionali possono essere causate da eventi interni o esterni alla coppia: la perdita del lavoro o una malattia; problemi di natura sessuale o infedeltà; difficoltà a condividere i propri stati emotivi con il partner.

Alcune persone sperimentano una dipendenza affettiva, non riescono a stare da sole, hanno paura dell’abbandono e vivono costantemente con la paura di essere rifiutate o abbandonate.

I problemi all’interno della relazione sono spesso sia causa che conseguenza di bassa autostima e insicurezza.

Acquisire una consapevolezza del proprio modo di gestire le relazioni, con un percorso psicologico, può aiutare a migliorare il rapporto con se stessi e con gli altri.

Leggi l’articolo sul mio blog per saperne di più sulle relazioni di coppia.

Dipendenze

La dipendenza limita la libertà personale rendendo la mente schiava di desideri compulsivi e ripetitivi.

La dipendenza è un’alterazione del comportamento. Questo da semplice o comune abitudine si trasforma in una ricerca esagerata e patologica del piacere mediante comportamenti, mezzi o sostanze che vanno a definire una condizione patologica.

Vi sono diversi tipi di dipendenza, ma la principale distinzione da fare è tra dipendenza fisica – consistente in un alterato stato biologico – e dipendenza psichica – caratterizzata da un alterato stato psichico e comportamentale.

La prima, prodotta essenzialmente dai condizionamenti neurobiologici, è superabile con relativa facilità; la seconda richiede invece interventi terapeutici non semplici.

Dal punto di vista delle cause si può dipendere patologicamente da:

  • alimenti – bulimia, dipendenza da zuccheri, disturbo da alimentazione incontrollata;
  • sostanze – alcolismo, tabagismo, droghe;
  • sesso;
  • lavoro;
  • comportamenti – gioco d’azzardo patologico, shopping compulsivo, internet.

Ultimo, ma non meno trascurabile, è il problema delle dipendenze affettive, quando si instaurano relazioni disfunzionali con altre persone.

Disturbi alimentari

Anoressia e bulimia sono solo alcune delle problematiche relative ad un rapporto difficile col proprio corpo.

I disturbi alimentari sono caratterizzati da difficoltà riguardanti il rapporto con la propria immagine corporea e disfunzioni legate alla gestione del cibo in grado di influire sulla salute psicofisica di chi ne è affetto.

I disturbi dell’alimentazione esordiscono spesso nel periodo adolescenziale o nella prima età adulta, ma possono manifestarsi anche nell’infanzia o in età avanzata.

Vi sono vari tipi di disturbi alimentari – anoressia, bulimia, ortoressia e binge eating disorder i più conosciuti – ed è opportuno non sottovalutare il loro insorgere e rivolgersi a un terapeuta per affrontarli.

Vuoi richiedere un primo colloquio gratuito?

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la cookie policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi